Anatomia e funzioni

Il fegato umano è un organo parenchimale spaiato situato nel piano superiore della cavità addominale e che svolge più di 500 funzioni.

La struttura anatomica del fegato

Il fegato è un organo addominale situato direttamente sotto la cupola destra del diaframma. Normalmente, in un adulto, il bordo inferiore del fegato non si estende oltre l'arco costale.

Un aumento di questo indicatore indica un processo patologico nel fegato o all'esterno di esso (epatite, malattie sistemiche degli organi del sistema reticoloendoteliale, malattie del sangue, ecc.). Nei bambini di età inferiore ai 6 - 7 anni, il bordo inferiore del fegato sporge di alcuni centimetri da sotto l'arco costale destro. Questa situazione è considerata la norma di età..

Il peso del fegato di un adulto è in media di circa 1500 grammi Il fegato è il secondo organo più grande del nostro corpo (lasciando il posto al palmo della pelle, il cui peso totale raggiunge gli 11 kg). La struttura anatomica del fegato umano implica l'assegnazione di lobi, bordi, superfici e segmenti del fegato.

Il fegato ha due superfici: quella superiore o diaframmatica, situata direttamente sotto la cupola destra del diaframma, e quella inferiore (viscerale), a cui sono adiacenti un numero di organi interni. Inoltre, i bordi superiore (smussato) e inferiore (acuto) si distinguono nel fegato.

Distingua tra i lobi destro e sinistro (più piccoli) del fegato, che sono separati da un legamento a mezzaluna. Inoltre, le caratteristiche strutturali del fegato umano includono la divisione di questo organo in 8 segmenti, che hanno non solo un significato anatomico, ma anche importante.

La cistifellea è adiacente alla superficie inferiore del fegato. La struttura anatomica della cistifellea prevede l'assegnazione di fondo, corpo e collo. Funzionalmente, la cistifellea è una sorta di ricettacolo, un serbatoio per la bile prodotto dalle cellule del fegato. Partecipando al processo digestivo, la bile dalla cistifellea viene gettata nel duodeno.

Con vari disturbi metabolici, è possibile la funzione ipomotoria della cistifellea, la formazione di piccoli cristalli di colesterolo, bilirubina e altre origini e sedimentazione. Fondendosi gradualmente tra loro, i cristalli aumentano di dimensioni, trasformandosi in pietre (pietre), che possono ostruire completamente il lume della cistifellea. Una situazione simile si chiama malattia del calcoli biliari..

La struttura del lobulo epatico

Il lobulo epatico riflette la struttura interna del fegato. Ogni lobulo contiene cellule epatiche (epatociti). Il posto centrale nel lobulo è occupato dalla cosiddetta vena centrale, da cui si estendono più capillari sinusoidali.

I lobuli epatici sono separati l'uno dall'altro da strati sottili costituiti da tessuto connettivo. Nello spessore di questi strati passano arterie interlobulari, vene e dotti biliari che compongono la triade epatica. Unendo insieme, i dotti interlobulari si allargano e raggiungono il livello dei dotti epatici destro e sinistro. Quest'ultimo, fondendosi l'uno con l'altro, formano un dotto epatico comune.

Il lobulo epatico contiene anche le cosiddette cellule di Kupffer, che per loro natura appartengono alla famiglia dei macrofagi. La funzione principale delle cellule di Kupffer è la cattura e la neutralizzazione delle vecchie cellule del sangue.

Funzionalità epatica

Sono note molte funzioni svolte dal fegato, ma le principali sono:

  • disintossicazione - il fegato è la principale base detergente del nostro corpo. I prodotti metabolici, alcune sostanze estranee, le tossine dal tratto gastrointestinale entrano nel fegato attraverso il sistema della vena porta, dove subiscono la neutralizzazione (neutralizzazione);
  • la funzione proteina-sintetica comprende la produzione di vari tipi di proteine ​​necessarie per la vita del corpo (albumina, fattori di coagulazione, ecc.);
  • produzione di bile, sintesi di trigliceridi, acidi biliari, fosfolipidi, che sono direttamente coinvolti nel metabolismo dei grassi e nella digestione;
  • la partecipazione al metabolismo dei carboidrati comporta processi che si verificano nel fegato, come la scomposizione e la sintesi del glicogeno, la formazione e l'ossidazione del glucosio;
  • partecipazione al metabolismo dei pigmenti (sequestro della bilirubina, sua escrezione con la bile);
  • partecipazione diretta al metabolismo minerale, lo scambio di determinate sostanze biologicamente attive;
  • effetto protettivo dovuto all'attivazione dei linfociti epatici, ecc..

L'elenco delle funzioni svolte da un organo così importante del corpo umano come il fegato può essere continuato ulteriormente, tuttavia, quanto sopra sono quelle che forniscono i processi più importanti nel nostro corpo.

Fegato: malattie in cui si trova l'organo, come fa male, sintomi e trattamento

Il fegato è una ghiandola vitale della secrezione esterna di vertebrati e umani. In questo articolo, parleremo in dettaglio di dove si trova il fegato della persona e di come fa male..

Fegato cos'è questo organo?

Il fegato è la più grande ghiandola digestiva negli animali e nell'uomo, che produce la bile..

Il fegato svolge una funzione di pulizia e di utilizzo. Rimuove le sostanze tossiche. Il ferro prende parte al metabolismo vitaminico e alla formazione del sangue. Le patologie di questo organo possono portare all'interruzione di funzioni importanti per la vita. Il normale funzionamento di questo organo dipende direttamente dallo stile di vita quotidiano di una persona.

Quasi tutti sanno in quale regione dell'addome si trova questa ghiandola. Sul lato destro, sotto le costole (vedi foto sopra). Oltre alla ghiandola, altri organi si trovano lì, vale a dire i sistemi digestivo e respiratorio. Come scoprire cosa preoccupa specificamente il ferro?

Un punto importante! Il ferro stesso nell'ipocondrio destro non fa male, il suo guscio o gli organi sono disturbati, l'aumento del ferro della secrezione esterna esercita pressione su di esso.

Malattie del fegato: cause del dolore

Ascesso

La formazione con accumuli purulenti appare nei tessuti della ghiandola. Sembra a causa di colecistite e malattia calcoli biliari. La ricerca dell'istruzione può essere determinata dal dolore in una determinata area. È urgente consultare un medico, perché se l'educazione si rompe, ci saranno gravi conseguenze.

Epatite

L'epatite è un processo infiammatorio. Può essere virale, tossico o autoimmune. Può essere determinato dall'aumentata dimensione del fegato. A causa dei cambiamenti nella struttura del fegato, si sviluppa la cirrosi..

Cirrosi

Questa malattia ha una probabilità di morte. Il ferro aumenta a causa della crescita del tessuto connettivo nella sua struttura. Inoltre, la ghiandola di secrezione esterna cessa di funzionare. Per lungo tempo, la cirrosi epatica è asintomatica. Ma all'inizio dello sviluppo della malattia, possono apparire lievi cambiamenti nelle condizioni di una persona: affaticamento, letargia, irritabilità.

Insufficienza epatica

Con insufficienza epatica, appare il giallo della pelle e la sclera degli occhi (la malattia si chiama ittero)

Con questa patologia, il corpo è quasi incapace di adempiere al suo ruolo. Questo è irto di conseguenze per la vita di tutto l'organismo..

Oltre a queste malattie, ci sono altre cause di dolore al fegato:

  • gravidanza;
  • farmaci ormonali;
  • steroidi;
  • mangiare cibi grassi e fritti;
  • consumo giornaliero di alcol.

Parleremo di alcol separatamente.

Alcol e fegato (cirrosi alcolica del fegato, epatite alcolica)

Tutti sanno che l'alcool distrugge le cellule del fegato, si sviluppano cirrosi alcolica ed epatite alcolica. Poiché gli uomini hanno maggiori probabilità di avere cattive abitudini rispetto alle donne, il rischio di malattie gravi causate dall'alcol è maggiore.

Tuttavia, l'alcolismo nel sesso più debole si sviluppa molte volte più velocemente rispetto agli uomini. Di conseguenza, le malattie della ghiandola e di altri organi nelle donne si sviluppano più intensamente rispetto agli uomini. Vale la pena sottolineare che l'alcolismo femminile è incurabile.

Con il consumo sistematico di bevande contenenti alcol, le cellule della ghiandola muoiono e vengono sostituite dal tessuto connettivo. Si sviluppa un processo infiammatorio in cui l'organo cresce e fa pressione sugli organi vicini, causando sensazioni dolorose. Affinché il fegato si riprenda, ci vorrà molto tempo e, soprattutto, dimenticare l'alcol per sempre.

Come scoprire cosa preoccupa specificamente il fegato?

Il primo passo è stabilire la natura del dolore:

  • Dolore sordo: parla delle seguenti malattie: epatite B, C e A. O la presenza di batteri e un ascesso, accompagnata da una sensazione di pienezza.
  • Dolore dolorante - colecistite. Inoltre, l'epatite A, B o C. Inoltre, è un segno di epatomegalia o di un ascesso epatico sviluppato..
  • Il dolore lancinante è una cisti o un parassita nel corpo umano..

Sintomi di una malattia del fegato

Per dimostrare il fatto che la patologia si verifica specificamente nel fegato, i segnali di accompagnamento aiuteranno:

  • affaticabilità rapida;
  • debolezza;
  • mancanza di appetito;
  • nausea;
  • burping costante;
  • uno stomaco allargato sul lato destro;
  • forte perdita di peso;
  • ittero della pelle
  • urina e calle di un colore cambiato;
  • prurito e pelle secca;
  • rigonfiamento.

La patologia del fegato è visibile esternamente. La qualità dei capelli, delle unghie e dell'epitelio si sta deteriorando a causa del fatto che il ferro non può far fronte a una pulizia completa, le tossine e le tossine si accumulano nel corpo. L'epitelio sul viso si asciuga e sfuma, si formano eruzioni cutanee, i capelli cadono, le unghie si rompono ed esfoliano.

La cosa più importante da sapere: se si manifestano questi sintomi, è necessario consultare immediatamente un medico, l'automedicazione è severamente vietata in questa situazione.

Complicanze della malattia epatica

I pazienti con disturbi epatici hanno il rischio di cataratta e glaucoma, la vista si deteriora. Poiché la ghiandola non fa fronte al suo ruolo, il colesterolo inizia ad accumularsi, il che porta allo sviluppo di malattie cardiovascolari. La pressione sanguigna aumenta, il che porta allo sviluppo di infarto miocardico e ictus.

Tutto ciò può essere evitato osservando le misure di prevenzione delle malattie del fegato..

Diagnostica

Utilizzando test di laboratorio di procedure diagnostiche, uno specialista qualificato può rilevare patologie epatiche nelle prime fasi dello sviluppo di disturbi. Il sistema di trattamento sarà determinato in base alla causa del dolore dopo le misure diagnostiche.

Tipi di procedure diagnostiche che il medico prescriverà per i pazienti con dolore al fegato:

  • Laparoscopia;
  • Biopsia;
  • ultrasuono
  • MRI
  • CT
  • Analisi del sangue generale e biochimica;
  • Test per epatite virale e cancro;
  • Ricerca genetica;
  • Test immunologici.

Il trattamento viene selezionato individualmente, in base ai risultati di questi test..

Trattamento

La maggior parte delle malattie viene curata in ospedale. E molte malattie possono essere trattate in modo semplice. Se si tratta di epatosi alcolica, allora dovresti dimenticare l'alcol e scegliere una dieta. Con avvelenamento tossico, i veleni vengono rimossi dal sangue mediante disintossicazione. Altre malattie possono essere curate assumendo farmaci antibatterici e antivirali. L'intervento del chirurgo è necessario in presenza di cisti e formazioni tumorali..

E se il dolore nella ghiandola a causa di un trauma o di uno sforzo fisico, allora devi solo rilassarti. Nessun trattamento richiesto in quanto tale.

Antidolorifici (pronto soccorso per dolore al fegato)

I seguenti farmaci speciali vengono utilizzati per alleviare lo spasmo e il forte dolore al fegato:

Puoi prendere le pillole, ma è auspicabile la somministrazione intramuscolare del farmaco, perché in questa forma il farmaco può alleviare la sofferenza in un tempo inferiore rispetto alle compresse. Ma devi anche dimenticare che No-shpa non è usato per l'insufficienza epatica.

Le sue iniezioni sono anche usate per sopprimere il dolore. Lo scopo diretto del farmaco è di rilassare i muscoli lisci dei sistemi digestivo e genito-urinario. Ma, ancora una volta, è vietato l'uso di questo farmaco nell'insufficienza epatica.

Questo farmaco viene somministrato in vari modi..

Non puoi prendere analgin te stesso, perché potrebbe indurre in errore il medico perché attenuerà il dolore o cambierà i segni della patologia. Inoltre, Analgin carica ulteriormente la ghiandola di secrezione esterna.

Tuttavia, il medico può prescrivere un'iniezione di questo farmaco se lo ritiene necessario..

Come purificare il fegato con rimedi popolari

Sebbene sia stato sottolineato che è impossibile automedicare per il dolore al fegato, vale comunque la pena notare un paio di punti nella medicina alternativa. Puoi provare i preparati a base di erbe al fegato, sono venduti in farmacia e non è richiesta una prescrizione medica.

Con tutto ciò, non vale la pena abusare della medicina tradizionale. Poiché i processi infiammatori possono portare alla cirrosi epatica.

Dieta per malattie epatiche

Per cominciare, è necessario eliminare le cattive abitudini (fumo e alcol).

Prodotti il ​​cui uso deve essere ridotto al minimo:

  • Bevande alcoliche. Eccezioni possono essere i farmaci (tinture, decotti, ecc.);
  • Burro. Cancellarsi dalla dieta non ne vale affatto la pena, perché su alcuni organi l'olio ha un effetto benefico;
  • Fast food. Assolutamente proibito. La composizione dei prodotti fast food include una grande varietà di componenti pericolosi per la salute;
  • Si consiglia di mangiare strutto, anatra e carne d'oca in piccole porzioni;
  • Kiwi. Dovresti anche ridurre il consumo di questo frutto;
  • Dolci e Ricchi;
  • Spezie piccanti e carni affumicate.

Per prevenire le malattie del fegato a casa, non è possibile cambiare drasticamente la dieta, perché può influire negativamente sulle condizioni del fegato. Tutti i cambiamenti nella dieta devono essere fatti gradualmente..

È necessario bere non più di tre litri di liquido al giorno. Si consiglia di mangiare cibi bolliti e al vapore. Si raccomanda inoltre di mangiare cibi prima delle 20:00.

Affinché il fegato non si disturbi, è necessario includere una serie di prodotti nella dieta:

  • Pane grosso e pasticceria;
  • Zuppe di verdure su brodo senza grassi;
  • Frutta e verdura fresca;
  • Latticini con 0% di grassi;
  • Pesce bollito e in umido;
  • Succhi appena spremuti, tè e caffè non forti.

Una corretta alimentazione è la chiave per un fegato sano.

Finalmente

Se una persona conduce uno stile di vita sbagliato, consuma fast food, alcool, fuma tabacco, prende cibi pesanti, ecc., Quindi sottopone il fegato a gravi prove. Il fegato inizia a morire.

Qualsiasi malattia è più facile da prevenire che da curare. Quindi fai attenzione a ciò che mangi e non essere tentato da cattive abitudini.

A una persona il cui corpo ha elevate caratteristiche protettive, i disturbi attaccano molto meno spesso rispetto a un indebolito e stanco.

Fegato umano. Anatomia, struttura e funzione del fegato nel corpo

articoli Correlati

Lopatina Maria Vladimirovna

  • Gastroenterologo, epatologo
  • Membro dell'Associazione europea per lo studio del fegato (EASL)
  • Società russa per lo studio del fegato (ROPIP)
  • Russian Gastroenterological Association (RGA)

È importante capire che il fegato non ha terminazioni nervose, quindi non può far male. Tuttavia, il dolore al fegato può indicare disfunzione. Dopotutto, anche se il fegato stesso non fa male, gli organi circostanti, ad esempio, con il suo aumento o disfunzione (accumulo di bile) possono ferire.

In caso di sintomi di dolore al fegato, disagio, è necessario occuparsi della sua diagnosi, consultare un medico e, secondo la prescrizione del medico, utilizzare gli epatoprotettori.

Soffermiamoci sulla struttura del fegato.

Hepar (tradotto dal greco significa "fegato"), è un voluminoso organo ghiandolare, la cui massa raggiunge circa 1.500 g.

Prima di tutto, il fegato è la ghiandola che produce la bile, che quindi entra nel duodeno attraverso il dotto escretore.

Nel nostro corpo, il fegato svolge molte funzioni. I principali sono: metabolici, responsabili del metabolismo, barriera, escretori.

Funzione barriera: responsabile della neutralizzazione nel fegato di prodotti tossici del metabolismo proteico che entrano nel fegato con il sangue. Inoltre, l'endotelio dei capillari epatici e i reticoloendoteliociti stellati hanno proprietà fagocitiche, che contribuisce alla neutralizzazione delle sostanze assorbite nell'intestino.

Il fegato è coinvolto in tutti i tipi di metabolismo; in particolare, i carboidrati assorbiti dalla mucosa intestinale vengono convertiti in glicogeno nel fegato ("deposito" di glicogeno).

Tra le altre cose, il fegato è anche attribuito alla funzione ormonale.

Nei bambini piccoli e per gli embrioni, funziona la funzione dell'ematopoiesi (vengono prodotti i globuli rossi).

In poche parole, il nostro fegato ha la capacità di circolare, digerire e metabolismo di vari tipi, incluso quello ormonale.

Per mantenere la funzionalità epatica, è necessario attenersi a una dieta adeguata (ad esempio, tabella numero 5). In caso di osservazione della disfunzione d'organo, si consiglia l'uso di epatoprotettori (come prescritto dal medico).

Il fegato stesso è immediatamente sotto il diaframma, a destra, nell'addome superiore.

Solo una piccola parte del fegato va a sinistra in un adulto. Nei neonati, il fegato occupa la maggior parte della cavità addominale o 1/20 del peso corporeo totale (in un adulto, il rapporto è di circa 1/50).

Consideriamo più in dettaglio la posizione del fegato rispetto ad altri organi:

Nel fegato, è consuetudine distinguere tra 2 bordi e 2 superfici.

La superficie superiore del fegato è convessa rispetto alla forma concava del diaframma a cui confina.

La superficie inferiore del fegato, rivolta verso il basso e verso il basso e presenta impressioni dai visceri addominali adiacenti.

La superficie superiore è separata dal fondo da un bordo inferiore affilato, margo inferiore.

Il bordo superiore del fegato, la parte superiore della schiena, al contrario, è così smussato, quindi è considerato come la superficie del fegato.

Nella struttura del fegato, è consuetudine distinguere due lobi: il destro (grande), lobus hepatis dexter e il più piccolo sinistro, lobus hepatis sinistro.

Sulla superficie diaframmatica, questi due lobi sono separati da un legamento a mezzaluna - lig. falciforme hepatis.

Sul bordo libero di questo legamento, viene posato un denso filo fibroso - un legamento circolare del fegato, lig. teres hepatis, che si estende dall'ombelico, dall'ombelico, ed è una vena ombelicale invasa, v. umbilicalis.

Il legamento rotondo è piegato sul bordo inferiore del fegato, formando una tacca, incisura ligamenti teretis, e giace sulla superficie viscerale del fegato nel solco longitudinale sinistro, che su questa superficie è il confine tra i lobi destro e sinistro del fegato.

Il legamento rotondo occupa la sezione anteriore di questo solco - fissiira ligamenti teretis; la parte posteriore del solco contiene la continuazione del legamento circolare sotto forma di un sottile cordone fibroso - un dotto venoso invaso, dotto venoso, che ha funzionato nel periodo embrionale della vita; questa sezione del solco si chiama fissura ligamenti venosi.

Il lobo destro del fegato sulla superficie viscerale è diviso in lobi secondari da due scanalature o rientranze. Uno di questi corre parallelo al solco longitudinale sinistro e nella sezione anteriore, dove la cistifellea, la vescica fellea, è chiamata fossa vesicae felleae; la parte posteriore del solco, più profonda, contiene la vena cava inferiore, v. cava inferiore, e si chiama sulcus venae cavae.

Fossa vesicae felleae e sulcus venae cavae sono separate l'una dall'altra da un istmo relativamente stretto del tessuto epatico, chiamato processo caudato, processus caudatus.

Il profondo solco trasversale che collega le estremità posteriori di fissurae ligamenti teretis e fossae vesicae felleae è chiamato il portale del fegato, porta hepatis. Tramite loro inserire a. hepatica e v. portae con i nervi che li accompagnano e le navi linfatiche e il dotto epatico comunale escono, estraendo la bile dal fegato.

La parte del lobo destro del fegato, delimitata alle porte del fegato, ai lati - la fossa della cistifellea a destra e la fessura del legamento rotondo a sinistra, è chiamata lobo quadrato, lobus quadratus. L'area posteriore alla porta del fegato tra la fissura ligamenti venosi a sinistra e il solco venae cavae a destra è il lobo caudato, lobus caudatus.

Gli organi a contatto con le superfici del fegato formano impressioni su di esso, le impronte, chiamate organo di contatto.

Il fegato è coperto dal peritoneo per la maggior parte della sua estensione, ad eccezione di una parte della sua superficie posteriore, dove il fegato è direttamente adiacente al diaframma.

La struttura del fegato Sotto la membrana sierosa del fegato si trova una sottile membrana fibrosa, la tunica fibrosa. Nella zona del portale del fegato, insieme ai vasi, entra nella sostanza del fegato e continua nei sottili strati di tessuto connettivo che circondano i lobuli del fegato, lobuli hepatis.

Nell'uomo, i lobuli sono debolmente separati l'uno dall'altro, in alcuni animali, ad esempio nei maiali, gli strati di tessuto connettivo tra i lobuli sono più pronunciati. Le cellule del fegato in un lobulo sono raggruppate sotto forma di placche, che si trovano radialmente dalla parte assiale del lobulo alla periferia.

All'interno dei lobuli nella parete dei capillari epatici, oltre agli endoteliociti, ci sono cellule stellate con proprietà fagocitiche. I lobuli sono circondati da vene interlobulari, venae interlobulari, che sono rami della vena porta e rami arteriosi interlobulari, arteriae interlobulari (da a. Hepatica propria).

I dotti biliari, ductuli biliferi, vanno tra le cellule del fegato, che compongono i lobuli del fegato, situati tra le superfici a contatto di due cellule del fegato. Uscendo dal lobulo, fluiscono nei dotti interlobulari, ductuli interlobulari. Dotto escretore esce da ogni lobo del fegato.

Dalla confluenza dei dotti destro e sinistro, si forma il ductus hepaticus communis, che trasporta la bile dal fegato, bilis, e lascia la porta del fegato.

Il dotto epatico comune è generalmente composto da due dotti, ma a volte da tre, quattro e persino cinque.

Topografia del fegato. Il fegato viene proiettato sulla parete addominale anteriore nella regione epigastrica. I bordi del fegato, superiore e inferiore, proiettati sulla superficie antero-laterale del corpo, convergono l'uno con l'altro in due punti: destra e sinistra.

Il bordo superiore del fegato inizia nel decimo spazio intercostale a destra, lungo la linea medio-ascellare. Da qui si alza bruscamente verso l'alto e medialmente, rispettivamente, della proiezione del diaframma a cui il fegato è adiacente, e lungo la linea del capezzolo destro raggiunge il quarto spazio intercostale; da qui, il bordo della cavità cade a sinistra, attraversando lo sterno leggermente sopra la base del processo xifoideo, e nel quinto spazio intercostale raggiunge il centro della distanza tra lo sterno sinistro e le linee del capezzolo sinistro.

Il bordo inferiore, che inizia nello stesso punto nel decimo spazio intercostale del bordo superiore, corre obliquamente e medialmente da qui, attraversa le cartilagini costali IX e X sulla destra, corre obliquamente lungo la regione epigastrica a sinistra e verso l'alto, attraversa l'arco costale al livello VII della cartilagine costale sinistra e nel quinto spazio intercostale è collegato al bordo superiore.

Legamenti del fegato I legamenti del fegato sono formati dal peritoneo, che passa dalla superficie inferiore del diaframma al fegato, sulla sua superficie diaframmatica, dove forma il legamento coronarico del fegato, lig. coronarium hepatis. I bordi di questo legamento hanno la forma di placche triangolari, designate come legamenti triangolari, ligg. triangolare dextrum et sinistrum. I legamenti partono dalla superficie viscerale del fegato agli organi più vicini: al rene destro - lig. epatorenale, alla minore curvatura dello stomaco - lig. hepatogastricum e al duodeno - lig. hepatoduodenale.

La nutrizione epatica si verifica a causa di a. hepatica propria, ma in un quarto dei casi dall'arteria gastrica sinistra. Le caratteristiche dei vasi sanguigni del fegato sono che, oltre al sangue arterioso, riceve anche sangue venoso. Attraverso il cancello, a. hepatica propria e v. portae. Entrando nella porta del fegato, v. portae, portando sangue da organi spaiati della cavità addominale, si dirama nei rami più sottili situati tra i lobuli - vv. interlobulares. Questi ultimi sono accompagnati da aa. interlobulari (rami di A. hepatica propia) e ductuli interlobulari.

Nel materiale dei lobuli epatici stessi, si formano reti capillari da arterie e vene, da cui viene raccolto tutto il sangue nelle vene centrali - vv. Centrales. Vv. i centri, che escono dai lobuli del fegato, scorrono nelle vene collettive, che, collegandosi gradualmente tra loro, formano vv. Epatiche. Le vene epatiche hanno sfinteri alla confluenza delle vene centrali. Vv. hepaticae nella quantità di 3-4 grandi e diversi piccoli escono dal fegato sulla sua superficie posteriore e scorrono in v. cava inferiore.

Quindi, ci sono due sistemi venosi nel fegato:

  1. portale a forma di ramo v. portae, attraverso la quale il sangue scorre nel fegato attraverso la sua porta,
  2. cavalloso, che rappresenta la totalità vv. hepaticae che trasporta sangue dal fegato in v. cava inferiore.

Nel periodo uterino, un terzo sistema di vena ombelicale funziona; questi ultimi sono rami v. umbilicalis, che dopo la nascita viene cancellato.

Per quanto riguarda i vasi linfatici, non ci sono veri capillari linfatici all'interno dei lobi del fegato: esistono solo nel tessuto connettivo interglobulare e si fondono nei plessi dei vasi linfatici che accompagnano la ramificazione della vena porta, l'arteria epatica e i dotti biliari, da un lato, e le radici delle vene epatiche.. I vasi linfatici epatici del fegato vanno ai nodi epatici, coeliaci, gastrici dextri, pylorici e ai nodi quasi aortici nella cavità addominale, nonché ai nodi diaframmatici e mediastinici posteriori (nella cavità toracica). Circa la metà di tutta la linfa del corpo viene rimossa dal fegato.

L'innervazione del fegato viene effettuata dal plesso celiaco da truncus sympathicus e n. vago.

Struttura segmentale del fegato. In connessione con lo sviluppo della chirurgia e lo sviluppo dell'epatologia, viene attualmente creata una dottrina sulla struttura segmentale del fegato, che ha cambiato l'idea precedente di dividere il fegato solo in lobi e lobuli. Come notato, ci sono cinque sistemi tubulari nel fegato:

  1. tratto biliare,
  2. arterie,
  3. rami della vena porta (sistema portale),
  4. vene epatiche (sistema cavale)
  5. vasi linfatici.

I sistemi delle vene portale e cavale non coincidono tra loro e i restanti sistemi tubolari accompagnano la ramificazione della vena portale, corrono paralleli tra loro e formano fasci vascolari-secretori, a cui si uniscono anche i nervi. Parte dei vasi linfatici fuoriesce con le vene epatiche.

Un segmento di fegato è una sezione piramidale del suo parenchima adiacente alla cosiddetta triade epatica: un ramo della vena portale del 2 ° ordine, un ramo di accompagnamento della propria arteria epatica e il corrispondente ramo del dotto epatico.

I seguenti segmenti si distinguono nel fegato, a partire dal solco venae cavae a sinistra, in senso antiorario:

  • I - il segmento caudato del lobo sinistro, corrispondente al co-lobo del fegato;
  • II - il segmento posteriore del lobo sinistro, localizzato nella parte posteriore dello stesso lobo;
  • III - il segmento anteriore del lobo sinistro, situato nell'omonimo dipartimento;
  • IV - un segmento quadrato del lobo sinistro, corrisponde al lobo congenito del fegato;
  • V - segmento anteriore superiore centrale del lobo destro;
  • VI - segmento inferiore laterale del lobo destro;
  • VII - segmento posteriore inferiore laterale del lobo destro;
  • VIII - segmento medio superiore-posteriore del lobo destro. (I nomi dei segmenti indicano sezioni del lobo destro.)

Considera più in dettaglio i segmenti (o settori) del fegato:

È generalmente accettato di dividere il fegato in 5 settori.

  1. Il settore laterale sinistro corrisponde al segmento II (settore monosegmentale).
  2. Il settore paramedico di sinistra è formato da segmenti III e IV.
  3. Il giusto settore paramedico è costituito dai segmenti V e VIII.
  4. Il settore laterale destro comprende segmenti VI e VII.
  5. Il settore dorsale sinistro corrisponde al segmento I (settore monosegmentale).

Al momento della nascita, i segmenti di fegato sono chiaramente espressi, perché si formano si formano nel periodo uterino.

La dottrina della struttura segmentale del fegato è più dettagliata e profonda dell'idea di dividere il fegato in segmenti e lobi..

Anatomia e funzionalità epatica

È importante ricordare che in un organo così vitale del corpo umano come il fegato non ci sono terminazioni nervose. È per questo che questa ghiandola non può far male. Pertanto, lungi dall'essere sempre, le persone prestano attenzione alle sue varie malattie in tempo. Per evitare ciò, è necessario capire bene perché il fegato è così importante e quale appello prematuro alle istituzioni mediche può portare a.

Cos'è il fegato?

Il fegato è la più grande ghiandola del corpo umano, la cui massa raggiunge 1,5-2 chilogrammi. Ciò significa che questo organo rappresenta in media un cinquantesimo di tutto il peso corporeo. Nell'infanzia, la massa relativa del fegato è ancora maggiore, e nei neonati questi indicatori sono semplicemente sorprendenti: la massa del fegato lascia un sedicesimo del peso corporeo del bambino.

L'organo fa parte del sistema digestivo del corpo umano ed è anche responsabile di molte altre funzioni del corpo. Ecco perché un gastroenterologo è coinvolto nella diagnosi delle malattie di questa ghiandola e nel suo trattamento. Uno specialista più ristretto che studia tutto ciò che riguarda questa ghiandola è un epatologo.

Il fegato si trova nel quadrante superiore dell'addome sotto l'ipocondrio destro. Il bordo superiore della ghiandola si trova approssimativamente sulla linea dei capezzoli. Il fegato può essere chiamato il principale laboratorio chimico del corpo umano.

Anatomia dell'organo

Il fegato non è un organo simmetrico. Si compone di due parti diverse: i lobi destro e sinistro. A destra, si distinguono altre due parti: quadrata e coda. Secondo la tassonomia approvata negli anni '60 del secolo scorso, l'intero organo è diviso in otto diverse parti-segmenti. Nel lobo sinistro, gli esperti identificano i segmenti dal primo al quarto e a destra - dal quinto all'ottavo.

Le parti più importanti del fegato che compongono direttamente il suo volume ed eseguono funzioni sono:

  • speciali piastre epatiche formate dalle sue cellule - epatociti in una disposizione radiale di file;
  • emocapillari sinusoidali situati all'interno dei lobi strutturali tra le travi;
  • capillari che raccolgono la bile all'interno delle travi;
  • piccola espansione dei capillari che raccolgono la bile nei punti in cui escono dai lobuli strutturali;
  • spazio Disse perisinusoidale: lo spazio sotto forma di un piccolo spazio tra le travi e gli emocapillari;
  • una vena al centro del fegato che si forma dalla fusione di tutti gli emocapillari insieme.

Il segmento del fegato stesso sembra una piramide di parenchima, che ha un apporto separato di sangue, la presenza di terminazioni nervose e il deflusso della bile.

Funzionalità epatica

Una caratteristica distintiva del fegato è che questo organo è responsabile di molte funzioni nel corpo umano. Senza ognuno di essi, il corretto funzionamento di tutto il corpo è impossibile. Ecco perché dovresti esaminare attentamente le condizioni del fegato in caso di una varietà di problemi con molti sistemi del corpo.

Gli specialisti distinguono il seguente elenco di funzioni epatiche:

  • Le funzioni metaboliche sono la regolazione del metabolismo di molte sostanze diverse nel corpo: proteine, aminoacidi, lipidi, carboidrati, ormoni e vitamine, nonché oligoelementi. Inoltre, il fegato è responsabile della regolazione del bilancio idrico..
  • Le funzioni di deposito si manifestano nell'accumulo nella ghiandola di tutte quelle sostanze, la cui regolamentazione è coinvolta.
  • Le funzioni secretorie sono la formazione della bile da parte della ghiandola. È questo componente del corpo umano che rimuove alcune sostanze dal plasma sanguigno e aiuta anche a digerire il cibo, emulsionando i grassi nel tratto gastrointestinale.
  • Funzioni di disintossicazione, che si manifestano nella purificazione del sangue da macrofagi epatici (cellule speciali della ghiandola).
  • Funzioni escretorie, la cui azione è combinare alcuni composti del sangue tossici (indolo, skatol e tiramina) con acidi solforici e glucuronici nell'organo.
  • Funzioni omeostatiche, manifestate nel destino nel processo di autoregolazione metabolica e antigenica del corpo.

Oltre alle funzioni di cui sopra, il fegato è anche un organo in grado di produrre globuli rossi negli embrioni e nei neonati. Pertanto, possiamo anche parlare della funzione dell'ematopoiesi.

Malattia del fegato

Le malattie del fegato sono completamente diverse, ma sono tutte simili in quanto influenzano la normale struttura dell'organo. I principali gruppi di epatologi epatici comprendono:

  • danno epatico dovuto a processo infiammatorio, accumulo di pus o perdita graduale di funzionalità (epatite virale e tossica, ingrossamento del fegato, malattie metaboliche grasse, alcoliche e non alcoliche, tubercolosi e lesioni sifilitiche, nonché un ascesso);
  • lesioni meccaniche (rotture, ferite aperte, ferite da arma da fuoco);
  • malattie del sistema vascolare (trombosi, pieliflebite, ipertensione portale, fistola e fistola);
  • lesioni del tratto biliare (colestasi, colangite, colelitasi e malattia di Caroli);
  • formazioni tumorali (cisti, emangiomi, sarcomi, cellule epatiche e carcinoma intraduttale, diffusione delle metastasi nella ghiandola);
  • malattie infettive e parassitarie (ascariasi, opistorchiasi, alveococcosi);
  • varie deviazioni nello sviluppo e anomalie di origine ereditaria (sottosviluppo di tessuti, anaplasia, atresia, ridotta formazione di enzimi, diabete di bronzo, epatosi di natura ereditaria);
  • perdita di funzionalità epatica dovuta a malattie non direttamente correlate ad essa (congestione epatica con problemi cardiaci, distrofia amiloide, insufficienza epatica-renale, ingrossamento del fegato con leucemia);
  • cambiamenti funzionali e lesioni strutturali (cirrosi, insufficienza epatica, vero ittero, encefalopatia epatica);
  • malattie autoimmuni (epatite autoimmune, cirrosi biliare).

Secondo l'ICD-10, tutte le malattie legate al fegato sono contrassegnate con codici da K70 a K77.

Sintomi della malattia del fegato

Ci sono alcune manifestazioni tipiche della malattia del fegato, che rendono facile capire quale organo è a rischio. Questi sono problemi con la funzionalità del tratto digestivo (bruciore di stomaco, vomito), ingiallimento della pelle e della sclera, insorgenza di prurito in diverse parti del corpo, disagio sotto la costola destra.

In alcune malattie del fegato, i sintomi sono piuttosto atipici. Questo si applica alla comparsa di acne negli adulti, disturbi della vista, aumento della frequenza cardiaca e alcune disfunzioni del sistema nervoso. Il paziente può confondere colori simili, il suo cervello può interpretare erroneamente i segnali dai recettori del freddo, ecc. A volte, con malattie del fegato, si verificano convulsioni, compaiono sul corpo del papilloma, lo sviluppo di fenomeni aterosclerotici.

Molto spesso, a causa dei tipici segni di malattia, possono essere facilmente riconosciuti. Ma in alcuni casi, il processo diagnostico è ritardato, poiché non tutte le malattie hanno caratteristiche distintive.

Gli epatologi identificano un elenco di sintomi che possono verificarsi nelle persone che soffrono di malattie del fegato:

  • disagio e dolore sotto la costola destra;
  • aumento del volume del fegato;
  • debolezza e fatica anche a causa di carichi leggeri;
  • alcune violazioni delle capacità mentali di una persona;
  • aumento della sudorazione;
  • ingiallimento della pelle e sclera degli occhi;
  • il verificarsi di eruzioni cutanee;
  • l'aspetto in diverse parti del corpo di prurito;
  • una tendenza a danneggiare i vasi sanguigni e il verificarsi di sanguinamento di conseguenza;
  • segni di carenza vitaminica;
  • formazione instabile di feci, sua illuminazione;
  • un aumento del volume dell'addome;
  • rafforzare il modello venoso sulla pelle;
  • perdita di peso senza motivo apparente;
  • sensazioni amare nella cavità orale;
  • la comparsa di crepe nella lingua, la formazione sulla sua superficie di una placca bianca o gialla;
  • aumento della temperatura corporea.

È importante condurre correttamente la diagnosi differenziale, poiché una diagnosi errata può non solo prolungare la durata della terapia, ma anche peggiorare la salute del paziente.

Come viene trattato il fegato?

I farmaci che influenzano positivamente la funzionalità epatica sono chiamati epatoprotettori. Possono prevenire lo sviluppo di alcune malattie e arrestarne la progressione. Si distinguono per i loro principi attivi e il meccanismo di influenza sul corpo umano..

Un passaggio obbligatorio nel trattamento del fegato è l'azione sulla causa immediata della malattia. Per fare questo, utilizzare antivirali, antibatterici, antiprazitarnye e altri farmaci. È importante eseguire il trattamento in modo completo, quindi spesso i pazienti devono assumere farmaci di vari effetti.

Alcune malattie del fegato non possono essere curate senza chirurgia. Ciò è particolarmente vero per le malattie tumorali. A volte i chirurghi devono rimuovere solo la formazione stessa, in altri casi accade insieme a un segmento del fegato. I casi più gravi di malattia epatica sono trattati con un trapianto parziale o completo. Una caratteristica distintiva di questo organo è la sua capacità di rigenerarsi. Ecco perché è possibile rimuovere parti di esso e trapiantare da un donatore vivente.

Una fase importante del trattamento è la dieta. La famosa dieta numero 5 (o tabella numero 5), sviluppata da Pevzner, è perfettamente adatta per i pazienti che soffrono di problemi al fegato. La sua essenza risiede nell'armoniosa combinazione di prodotti e nel delicato carico sul fegato. Questa dieta è caratterizzata da un normale contenuto di carboidrati e proteine, riducendo al minimo grassi e sale..

Maggiori informazioni sulla nutrizione dietetica speciale Tabella n. 5 in questo articolo. Qui troverai un menu di esempio per la settimana..

In questo video imparerai di più sul lavoro e le funzioni del fegato, le sue malattie e la necessità di prendersi cura di questo organo e trattarlo attentamente su base continuativa..

Miti sulla malattia del fegato

Nonostante i numerosi lavori educativi svolti nella società moderna, le persone non hanno ancora raggiunto una chiara comprensione del confine tra verità e finzione. Questo vale anche per le malattie del fegato. Tra le persone, e tra i medici stessi, c'è un'opinione errata su alcune malattie, principalmente, a proposito, sull'epatite.

L'epatite virale epatica non può essere curata. Non è così, perché ora la medicina ha abbastanza mezzi per sopprimere l'attività di questi organismi patogeni nel corpo umano. L'epatite virale fatale e incurabile è solo nelle ultime fasi del suo sviluppo, quando tutti i momenti di esposizione a loro sono stati persi. Non si tratta solo di epatite, ma anche di tutte le malattie.

Molte persone pensano che sia possibile contrarre l'epatite virale B e l'epatite C, vivendo con una persona malata nella stessa stanza o usando oggetti domestici condivisi. In realtà, non è così, perché il metodo di trasmissione di queste malattie prevede il contatto con il sangue umano. È anche possibile infezione durante i rapporti sessuali e da madre a bambino durante la nascita. Gli altri due tipi di epatite - tipo A ed E possono ancora essere trasmessi attraverso la via di distribuzione focale-orale.

Solo forti bevande alcoliche e il loro consumo costante possono portare a malattie del fegato. Non è così: anche piccole, ma sistematiche dosi di alcol influenzano significativamente il funzionamento del fegato. Ciò è dovuto al fatto che le sostanze tossiche della degradazione dell'alcool si accumulano in esso e non vanno da nessuna parte.

  • Quarto mito

È necessario pulire regolarmente il fegato. Questa opinione errata è diffusa tra i seguaci della medicina tradizionale. Dal punto di vista della scienza tradizionale, nessun mezzo dovrebbe essere usato per pulire rapidamente il fegato. Questo crea solo ulteriore stress sul corpo..

Le condizioni del tuo fegato dovrebbero essere prese abbastanza sul serio, dal momento che è un organo molto importante del corpo. Se si verificano segni della sua malattia, consultare un medico. Un trattamento tempestivo e completo può sia migliorare la vita di una persona che salvarla completamente.

Anatomia del fegato

Molte funzioni, senza le quali il corpo non potrebbe esistere, assumono il fegato umano. Questa è la più grande ghiandola della secrezione esterna, che svolge funzioni protettive, cumulative, di disintossicazione e altre. L'unicità della struttura e del lavoro lo rende indispensabile per la vita normale. Altri componenti del sistema digestivo sono strettamente correlati ad esso..

Anatomia e struttura

L'anatomia è una scienza che studia la struttura esterna e interna del fegato. Descriviamo brevemente i punti principali. Ha due lobi, tra i quali vi è un legamento a mezzaluna del fegato e scanalature longitudinali. Il lobo destro pesa più di quello sinistro. Sulla superficie posteriore è un legamento coronarico. Due solchi lo dividono in lobi secondari. La superficie diaframmatica ha una depressione cardiaca e 4 parti. Viscerale - è diviso da tre solchi in quattro lobi. Su di esso c'è un solco longitudinale con una fossa per la cistifellea e un'impressione per gli organi vicini. Alla porta del fegato c'è un solco trasversale, da cui escono il dotto epatico comune e i vasi linfatici del fegato, e i nervi, la sua stessa arteria epatica e vena porta, il legamento rotondo del fegato, che si trova nel solco, entrano. All'esterno è coperto da una membrana sierosa, sotto di essa è una capsula fibrosa.

L'anatomia interna inizia con la capsula di collegamento che entra nella porta del fegato e la divide in lobi, segmenti e lobuli. L'istologia del fegato descrive la sua struttura cellulare. Il lobulo epatico è la principale unità strutturale a forma di prisma. Le vene e i dotti biliari che la cellula contiene, così come le arterie interlobulari, formano una triade. Alla periferia da esso sono fasci di fegato di forma oblunga. Le cellule del fegato hanno un nucleo e un insieme di cromosomi. Nel fegato umano contiene 250-300 miliardi di epatociti. I lobuli sono divisi da un setto interlobulare di tessuto connettivo, in cui passano il capillare biliare e i vasi sanguigni. Unendosi tra loro, formano 8 segmenti e 5 settori.

Proprietà funzionali di base

  • Sintesi e secrezione di bile, acidi biliari e bilirubina, necessari per il normale funzionamento dell'intestino. A contatto con il cibo in esso contenuto, la bile neutralizza il pH del succo gastrico, che è saturo di chimo.
  • Disintossicazione delle tossine. Neutralizza e rimuove le sostanze nocive dal corpo.
  • Ruolo nel metabolismo. Qui proteine, grassi, carboidrati e vitamine vengono sintetizzati e metabolizzati..
  • Regolazione dei livelli ormonali nel corpo.
  • Si accumulano vitamine, elementi del sangue e glicogeno.
  • Ematopoietico nel periodo embrionale di sviluppo. Dopo la nascita di una persona, sintetizza le principali proteine ​​del sangue.
  • Sintesi di enzimi digestivi.
  • I macrofagi e i linfociti contenuti nell'organo forniscono una risposta immunitaria alle endotossine.
Torna al sommario

Le dimensioni e la posizione del fegato

Ghiandola grande di un adulto. La forma appare a forma di fungo, peso - 1,5-2 kg, lunghezza - 14-18 cm e larghezza - 20-25 cm, peso e parametri dipendono dall'età. Si trova nella cavità addominale, sotto il diaframma. La topografia del fegato descrive le caratteristiche della sua posizione. Il bordo superiore inizia nel decimo spazio intercostale destro lungo la linea medio-ascellare. Salendo al livello del quarto spazio intercostale sulla linea del capezzolo destro, scende a sinistra fino alla quinta costola, dove si collega al bordo inferiore. La superficie superiore confina con il diaframma e quella inferiore - sull'intestino, sul rene destro, sullo stomaco, sull'esofago, sul duodeno 12 e sulla cistifellea. Normalmente, il fegato umano non va oltre l'arco costale, che è facilitato dalla sua fissazione..

Malattie degli organi

L'organo funziona senza intoppi, ma le sue malattie portano all'edema, cambiano le dimensioni, la struttura, il peso e la posizione del fegato. Il processo patologico colpisce tutte le unità strutturali, i vasi, i dotti biliari. Le malattie del fegato possono essere classificate da indicatori anatomici:

  • Infiammazione spontanea o danno alle cellule del fegato: epatite, ascesso, steatosi.
  • Disturbi dell'integrità traumatica.
  • Patologie vascolari: trombosi, infiammazione delle vene, emangioma.
  • Malattie del sistema biliare: infiammazione e ostruzione dei dotti con calcoli, colestasi.
  • Neoplasie benigne e maligne: sarcoma, cisti, cancro.
  • Anomalie congenite o genetiche.
  • Infestazioni da elminti: leptospirosi, opistorchiasi.
  • Malattie infiammatorie, dovute agli stessi processi negli organi vicini, tra cui: intestino, pancreas, stomaco, reni.
  • Cambiamenti strutturali nel parenchima: cirrosi, insufficienza epatica.

Le malattie croniche del tessuto epatico provocano lo sviluppo della cirrosi.

Cause della malattia

La divisione cellulare consente al fegato di riprendersi e rinnovarsi, ma con un'influenza prolungata e aggressiva di fattori patogeni su di esso, questa possibilità si riduce, portando a malattie. La maggior parte di questi sono legati allo stile di vita e all'alimentazione. I principali agenti scatenanti sono:

  • I virus. La loro attività influenza lo sviluppo dell'epatite..
  • Effetti tossici delle sostanze chimiche. Il pericolo di questa lesione è che non si presenti a lungo, portando alla necrosi delle cellule del fegato e allo sviluppo di insufficienza.
  • Effetto droga. Gli antibiotici, gli agenti chemioterapici e gli ormoni sono considerati i più epatotossici..
  • Alcol. L'abuso di esso porta al fatto che il fegato non affronta la sua disintossicazione, si accumula e distrugge gli epatociti, causando la cirrosi.
  • Infezioni e parassiti. Vermi tondi, alveococco, echinococco causano processi infiammatori cronici e trasformazione cistica.
  • Errori nella nutrizione. L'assunzione di cibo irregolare, la predominanza di grassi, spezie e cibi affumicati in essa porta a disturbi metabolici, sintesi ed escrezione della bile. Di conseguenza - malattia del calcoli biliari e steatosi.
  • Malattie genetiche e malformazioni. I danni ai vasi sanguigni e ai dotti portano a ipoplasia, fermentopatia, malattie di accumulo.
  • Lesioni all'addome e al fegato. Promuovere la formazione di cisti parenchimali ed edema.
Torna al sommario

Sintomi di danno epatico

Nelle fasi iniziali della malattia, i sintomi sono generali, non indicano un problema al fegato. Si notano debolezza generale e malessere, mal di testa, eruzioni cutanee, segni di ipovitaminosi, alitosi, bruciore di stomaco. La loro manifestazione è breve e instabile. Nel tempo, compaiono specifici segni di danno, come:

  • il giallo della sclera;
  • urine scure e scolorimento delle feci;
  • giallo e prurito della pelle;
  • ingrossamento e indolenzimento del fegato;
  • schema venoso rinforzato sull'addome;
  • eruzioni cutanee petecchiali.

Il fegato di una persona non può far male. Le sensazioni del dolore compaiono quando i cambiamenti patologici influenzano il suo guscio. È qui che si trovano le terminazioni nervose e i recettori. Il dolore può avere intensità variabile. L'area di localizzazione è l'ipocondrio giusto. Di norma, sta soffrendo. Il dolore intenso si manifesta durante gravi processi catarrali o purulenti, nonché se gli organi vicini sono colpiti, ad esempio lo stomaco, l'intestino o c'è un'infiammazione del pancreas. Nel decorso cronico della malattia, è possibile una completa assenza di dolore.

Diagnosi e trattamento delle malattie del fegato

Se compaiono sintomi fastidiosi, consultare un medico. Dopotutto, il successo della terapia e il completo recupero dipendono dal momento della diagnosi. L'esame da parte di un medico inizia con un esame del paziente e una storia medica dettagliata con il chiarimento della presenza di cattive abitudini e stile di vita. Per una diagnosi accurata, vengono eseguiti test di laboratorio su sangue, ultrasuoni, TC, risonanza magnetica e, se necessario, viene eseguita una biopsia epatica.

Il trattamento inizia con una dieta, un rifiuto completo dell'alcol e cambiamenti nello stile di vita. La dieta del paziente deve contenere alimenti fortificati, facilmente digeribili, al vapore o bolliti, tè verde o alle erbe, bevande alla frutta. Non è consigliabile che caffè, cibi grassi e fritti, cibi contenenti colesterolo, prodotti da forno freschi, dolci siano presenti nella dieta.

Inoltre, il complesso di misure terapeutiche comprende la ginnastica terapeutica, l'uso di medicine e medicine tradizionali. Il sistema biliare viene pulito prendendo cardo mariano, rosa canina, dente di leone, erba di San Giovanni, carciofo, stimmi di mais, ecc. Il trattamento farmacologico si basa sull'uso di droghe di diversi gruppi:

  • Preparati a base di erbe. L'estratto di cardo mariano viene usato per trattare l'epatite, la colecistite e le lesioni tossiche. I più efficaci tra loro sono: "Hepabene", "Karsil", "Silymarin", "Hofitol".
  • Fosfolipidi essenziali. Normalizza i processi metabolici, promuove il recupero e la rigenerazione. Questi includono: Essentiale, Livenziale, Phosphogliv.
  • Preparazioni di origine animale. "Hepatosan", "Sirepar" e altri medicinali a base di idrolizzato di fegato di bovino proteggono e puliscono.
  • Complessi di aminoacidi. Esibiscono proprietà antiossidanti e antitossiche che contribuiscono al ripristino del parenchima. Tra questi - Heptral, Heptor.

Il tratto gastrointestinale è costituito da organi, ognuno dei quali è importante per l'uomo. È difficile sopravvalutare il ruolo svolto dal fegato. Il suo prodotto di attività vitale - la bile - fornisce un normale processo di digestione. I legamenti del fegato non solo garantiscono la sua fissazione affidabile, ma si legano anche ad altri componenti dell'apparato digerente.